La crisi del settore di macellazione umbro: oggi un passo avanti

Oggi al Parco 3A di Pantalla si è svolto il secondo incontro per parlare della crisi del settore della macellazione umbra. Questo segue l’incontro del 18 febbraio dal quale sono emerse le evidenti criticità del settore.

In questo secondo dibattito sono emersi due punti focali:

  1. mancata inclusione della regione Umbria nella macroregione del nord relativamente alla abilitazione all’esportazione nei Paesi terzi, tema sul quale ho preso l’impegno* di analizzare la questione insieme alle istituzioni regionali;
  2. preparazione di una bozza di piano di riorganizzazione, razionalizzazione e riqualificazione delle strutture.

Finito il lavoro su questi punti, organizzeremo il terzo incontro per discuterne insieme a tutti gli attori del comparto.

 

*Stato dell’arte export carne (aprile 2017)

 

ESPORTAZIONE NEGLI USA DI PRODOTTI A BASE DI CARNE SUINA

PRODOTTI ESPORTABILI ( INTERO TERRITORIO NAZIONALE)

  • Prodotti a base di carne cotta, sottoposti a trattamento termico che consenta il raggiungimento di +69° C al cuore del prodotto ( mortadella, prosciutto cotto);
  • Prodotti sterilizzati ( cotechino);
  • Prodotti a base di carne cruda con stagionatura superiore a 400 giorni;
  • Prodotti a base di carne cruda con stagionatura inferiore a 400 giorni qualora la materia prima provenga da macelli di altri Paesi Ue abilitati alla esportazione verso USA e indenni da Malattia Vescicolare Suina ( MVS); in tal caso la materia prima deve essere disossata nel macello di provenienza ovvero la parte anatomica ( coscia) deve essere disossata prima della lavorazione nello stabilimento italiano che deve essere esclusivamente dedicato a questa produzione per il mercato americano.

PRODOTTI ESPORTABILI SOLO SE PROVENIENTI DA REGIONI RICOMPRESE NELLA MACROREGIONE ( Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Piemonte, Province autonome TN e BZ, Friuli, Liguria, Marche e Valle d’Aosta)

  • Prodotti a base di carne cruda con stagionatura inferiore a 400 giorni;
  • Per tutti gli stabilimenti produttori di carni e di prodotti a base di carne per i quali esistono accordi con le autorità americane è in vigore la procedura di cui alla circolare del ministro della sanità 30 luglio 2015 e tutte le norme applicabili sono riportate nel sito del medesimo ministero;
  • Per quanto concerne l’inserimento della Regione Umbria nella macroregione individuata nella relativa normativa statunitense ai fini della esportazione di prodotti a base di carne cruda con stagionatura inferiore a 400 giorni si segnala che ad oggi, aprile 2017, il dossier è stato inoltrato alle competenti autorità americane e si resta per tanto in attesa della positiva conclusione dell’accordo.

 

Lascia un Commento