Quali saranno i nomi per le “nomine UE”?

Quali saranno i nomi per le “nomine UE”, dall’alto rappresentante per la politica estera al presidente Ue a quello dell’Eurogruppo e ai principali portafogli comunitari?
Volevo scrivere questo post prima, ma sono successe così tante cose questa settimana che non ho avuto tempo.
Comunque ricapitolando, il 15 luglio con 422 voti in favore il Parlamento europeo ha eletto, con scrutinio segreto, Jean-Claude Juncker come Presidente della nuova Commissione europea che inizierà il suo mandato il 1° novembre 2014 e avrà una durata di cinque anni.
Il 16 luglio invece il Parlamento europeo ha approvato con 421 voti contro 170 e 32 astensioni la nomina in blocco di quattro nuovi Commissari europei: il finlandese Jyrki Katainen agli Affari economici e monetari che rimpiazza il connazionale Olli Rehn, Ferdinando Nelli Feroci sostituisce Antonio Tajani all’Industria e imprenditoria; la lussemburghese Martine Reicherts dà il cambio a Viviane Reding alla Giustizia e diritti fondamentali; il polacco Jacek Dominik prende il posto di Janusz Lewandowski alla Programmazione finanziaria e budget; questi sostituiranno fino alla fine di ottobre quelli diventati eurodeputati.
Adesso, ci rimangono poche settimane per trovare un accordo; entro il 30 agosto dove i capi di Stato e di Governo della Ue dovranno trovare l’accordo,altrimenti si rischia un periodo di paralisi e Jean Claude Juncker non potrà’ formare la nuova Commissione europea nei tempi previsti.

Lascia un Commento