Europa

Il Qe e la svalutazione pericolosa

Dopo lo scivolone da 1,16 a 1,1370 dollari di giovedì, ieri la moneta unica si è ulteriormente deprezzata sul dollaro. Dopo una partenza in area 1,1360 il cambio ha registrato un forte scostamento al ribasso a metà giornata che lo ha portato a toccare un minimo di seduta a 1,115 dollari: la moneta unica viaggia sui livelli di 11 anni ...

Leggi Articolo »

Juncker e il perchè deve andare a casa

Oggi mi sono fatto “portavoce” delle critiche alla nomina di Jean Claude Juncker, ex primo ministro ed ex ministro delle finanze di un Paese che ha, ricordiamolo, applicato pratiche di riduzione, a volte azzeramento, delle tasse e quindi “aiutato” decine di aziende ad eludere il fisco dei Paesi in cui facevano profitti. Tale nomina appare del tutto inopportuna e inadeguata ...

Leggi Articolo »

Riforme costituzionali, la casta colpisce ancora!

Un Parlamento eletto con una legge elettorale incostituzionale si appresta a mettere mano alla Costituzione. È utile ricordare che, coerentemente con quanto espresso nella sentenza n. 1 del 2014 della Corte costituzionale, le «delicate funzioni connesse alla stessa garanzia della Costituzione» non possono essere svolte da Camere elette con disposizioni solennemente giudicate al di fuori dei principi democratici e costituzionali. ...

Leggi Articolo »

TISA, Renzi chiarisca sui termini dell’accordo

Dopo il TTIP i cittadini italiani saranno presto costretti a pagare anche le conseguenze del TISA. Il Trade in Service Agreement è stato avviato nel 2013 tra le potenze che rappresentano il 70% del commercio mondiale dei servizi ma i cui termini, così come per il TTIP, si stanno svolgendo in stretta segretezza. Con un interrogazione chiediamo a Renzi di ...

Leggi Articolo »

Le operazioni di Draghi e la BCE

E’ un po’ di giorni che sentiamo dire da Draghi che la Bce interverrà. Se facciamo qualche passo indietro dovremmo ricordare che il processo di indipendenza delle banche centrali europee dai rispettivi governi è stato attuato negli anni ’80 da quei Paesi, tra cui l’Italia, che decisero di avviare l’unificazione monetaria, scelta che comportava necessariamente la separazione delle competenze tra ...

Leggi Articolo »

Je suis Charlie

Un commando di tre uomini incappucciati e vestiti di nero ha assaltato la sede del giornale satirico francese, noto per le sue vignette sull’Islam, e hanno aperto il fuoco con dei kalashnikov al grido di “Allah hakbar”. Charlie Hebdo ha deciso di ricordare le 12 persone uccise nell’attacco, mettendo online una home page totalmente nera con la sola scritta in ...

Leggi Articolo »

La Grecia, l’euro e la Germania

Il quotidiano tedesco Der Spiegel ha citato anonime fonti governative berlinesi che, se confermate, rappresenterebbero una svolta nella gestione della crisi del debito in Europa. Il Governo Merkel considererebbe infatti “quasi inevitabile” l’uscita dall’Euro di Atene in caso di vittoria elettorale della sinistra di Syriza il 25 gennaio, e l’opzione sarebbe stata definita addirittura “tollerabile”.Verrebbe così abbandonata la teoria del ...

Leggi Articolo »

Il FMI è contro l’euro!

In una conferenza organizzata dal FMI nel novembre 2013, (http://www.imf.org/exter…/…/ft/survey/so/2013/RES112113A.htm) con i maggiori economisti internazionali per dibattere sulla crisi, Olivier Blanchard, presidente del FMI, si richiama a Krugman per affermare “l’importanza del cambio flessibile insieme al controllo sui movimenti di capitale.” ” Se gli investitori vogliono portar fuori i loro capitali, lasciateli fare: il tasso di cambio si svaluterà, e ...

Leggi Articolo »

La crisi ucraina e le conseguenze

Anche oggi il mondo parla della “crisi ucraina” come conseguenza della pessima (a dir poco) gestione della vicenda da parte della coppia UE-USA. La conseguenza sarà sempre più un avvicinamento della Russia alla Cina; la Russia, che fino a pochi mesi fa era un nostro utile partner commerciale, presto finirà per legarsi sempre più alla Cina con accordi bilaterali allargati anche ...

Leggi Articolo »